giovedì 11 agosto 2016

Fontanigorda, il giardino di Luglio.




Luglio,  eccoci a Fontanigorda, finalmente quasi "stanziali" e quindi in grado di fare qualche lavoretto nel sempre più trascurato giardino di casa.

Giardino che ormai è quasi autonomo, e si regola con i suoi tempi e modi.

Le ortensie, qui a 800 metri, cominciano a fiorire in luglio ed andranno avanti fino ai primi geli.









Le rose rampicanti hanno terminato il primo ciclo e si preparano per la seconda fioritura, con qualche fiore "ritardatario" quà e là.



E' il momento delle rose tappezzanti e di quelle a cespuglio:

















La clematide è in fioritura ormai da un mese e non accenna a fermarsi.



Fioriscono anche i garofanini dei poeti, ormai "naturalizzati" sotto le rose in concorrenza con le fragole (vinca il migliore).









Fioriscono le Astilbe



La celosia piumata sta crescendo, ma lei ha tempi lunghi, per vederla fiorita bisognerà aspettare fine agosto.




L'unico giglio sopravissuto... (eppure dovrebbero crescere bene perchè nascono spontanei su questi monti...) ma forse piacciono alla mia talpa come i tulipani e gli anemoni.





Gli hemerocallis invece sono quasi pronti a fiorire.



ed anche le daliette nane





Cominciano a maturare le amarene, delle ciliegie maglio non parlarne, ne vengono poche e quelle poche non fanno a tempo a maturare perchè se le mangiano tutte i merli quando sono appena rosa





Stanno maturando i lamponi




E poi ci sono le piante che ho portato su da Genova, villeggiati anche loro, perchè a fine settembre (se sopravvivono) torneranno a Genova per svernare al calduccio.
Se ne stanno in disparte, per conto loro, con fare un pò snob, sui terrazzini, senza dare confidenza agli "indigeni" che vivono in girdino.















1 commento:

  1. Complimenti per il tuo bellissimo blog! Ti seguo!
    Se ti va di ricambiare passa da me:
    http://marycosmesi.blogspot.it

    RispondiElimina